QUESTO E' UN BLOG CHE NON SI RICONOSCE IN NESSUN COLORE POLITICO, IN NESSUNA RELIGIONE, MA ESPRIME I LIBERI PENSIERI DELL'AUTORE SUL MONDO E SULLA SOCIETA'

sabato 4 settembre 2010

WEB ANTIDEMOCRATICO?


E' ufficiale: la politica ha paura del Web. Giulio Tremonti dice che Google è un problema per la democrazia e che la diffusione delle notizie in tempo reale è un pericolo senza controllo.
Rido, perchè ho sempre pensato che la democrazia fosse la voce del popolo, mentre il mestiere di un politico fosse ascoltare queste voci e lavorare di conseguenza. Ho sempre sperato che nel XXI secolo si fosse arrivati a questo traguardo, con mille limiti e problemi, ma che il punto fosse chiaro. Invece ogni giorno mi è sempre più chiaro che la politica ha ancora il terrore del vero pensiero del popolo e vuole i bavagli.. Ma cosa c'è di più libero del web, dove le voci si accumulano, le urla risuonano e ognuno può farsi un'idea reale dell'attualità, cercando la verità ovunque, informandosi e selezionando le notizie?
I politici non dovrebbero avere paura del Web, dovrebbero essere felici di avere questa opportunità per ascoltare veramente la gente, essere vicini alle esigenze ed alle problematiche della comunità che dicono di rappresentare. Forse vedono tremare le poltrone? Forse l'esempio del Movimento popolare "5 Stelle" di Beppe Grillo, nato e cresciuto nel web e grazie ad esso arrivato alla politica ha innescato un sistema immunitario contro le voci popolari al punto che si cerca una cura per questa "malattia"?

Abbiamo raggiunto un livello troppo alto di libertà, abbiamo tra le mani un'arma che il potere non riesce a controllare e cerca quindi di limitare con leggi assurde e parole insensate. Sta a noi non perdere questa occasione e continuare a urlare le nostre idee senza paura e con la consapevolezza che se temono le idee e le parole del popolo, vuol dire che hanno qualcosa da nascondere, se temono i nostri pensieri, vuol dire che vogliono solo tenerci in pugno e tapparci la bocca. Non dobbiamo permetterglielo.

E' vero, il web non è democratico. E' libero!

Flavio

4 commenti:

aspettosospetto ha detto...

Scusa dove posso trovare la fonte?

RADIO BACCANO ha detto...

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/economia/201009articoli/58237girata.asp

aspettosospetto ha detto...

Sottolineo che Bertinotti non ha detto nulla di tutto ciò. Precisazione. :)

RADIO BACCANO ha detto...

Precisazione ben accetta e correzione fatta... Grazie! :-)

Posta un commento