QUESTO E' UN BLOG CHE NON SI RICONOSCE IN NESSUN COLORE POLITICO, IN NESSUNA RELIGIONE, MA ESPRIME I LIBERI PENSIERI DELL'AUTORE SUL MONDO E SULLA SOCIETA'

sabato 7 agosto 2010

VIRUS UOMO


Quanto dovremmo aspettare prima che le cosiddette potenze capiscano l'importanza della riduzione dei gas serra? Quando avremo il piacere di sapere che Stati Uniti, Cina, India e le altre "Grandi" avranno capito che quando il Pianeta collasserà, le loro industrie diventeranno macerie, giganti inanimati di un modo vecchio, soffocato dai suoi stessi veleni?
Leggo che il vertice ONU di Bonn sta fallendo al capitolo Gas Serra e ci sono poche possibilità di riuscita anche del prossimo vertice che si terrà a Cancun, in Messico. Intanto continuano le alluvioni, il clima folle, gli inverni caldi e le nevicate straordinarie primaverili, il deserto che avanza e il fuoco nei cieli di Mosca. Il Petrolio uccide gli oceani e toglie anni di vita all'Umanità, le foreste pluviali continuano ad essere abbattute e l'Uomo, come un cancro, si insidia sempre di più nell'organismo di questa Terra malata.
Fino a quando essa non reagirà ed il Virus Uomo verrà debellato.

Si, Virus. L'Uomo è solo un virus, un organismo parassita che non segue nessuna delle leggi naturali di questo Pianeta. Sfrutta ogni risorsa, uccide ogni cosa, è fuori da millenni dalla catena alimentare e pensa solo a prendere, a chiedere, senza dare nulla in cambio. Troppo poche sono le anomalie, gli organismi che si rendono conto di come così non si possa andare avanti per molto. Quando mangeremo oro, berremo petrolio e respireremo Monossido di Carbonio, forse ci renderemo conto di aver sbagliato tutto.

Flavio

2 commenti:

Anonimo ha detto...

C'è un problema. Di avere il coraggio di decrescere economicamente. Di consumare di meno. Di non farsi abbagliare dalle luci, dai suoni, fino a non rendersi conto dell'immagine che sta qui alla mia sinistra, che chiede aiuto per i bambini di Haiti. I bambini di Haiti, come quelli del Darfur, del Niger e di centinaia di altri paesi continueranno a morire. Una striscia che piaceva molto a mia figlia diceva: Ci sono bambini senza futuro, ma non c'è futuro senza bambini. Se continuiamo così, saremo peggio del virus.

Flavio Coraglia ha detto...

Sono d'accordo con te, ma secondo me l'unica cura per questo pianeta è l'estinzione della razza umana. Fino a quando l'umanità sarà presente continuerà a risucchiare risorse senza dare nuova vita al pianeta. E come dici tu, dovremo riuscire a toglierci qualcosa... Ma credo che poche, pochissime persone sarebbero disposte a farlo.

Posta un commento